Come gestire il trading e la propria vita professionale

2 1 2017 - Nessun commento
ProRealTime

Una delle maggiori difficoltà per un trader principiante è adattare il trading alla propria vita professionale e personale

Ho iniziato a tradare nel 1996 quando studiavo storia economica all’università. All’epoca, controllavo i corsi di borsa con una radio e correvo in posta per piazzare un ordine. Fortunatamente, i tempi sono cambiati.

Dovete porvi queste domande:

Quando posso tradare?

In genere, le borse europee sono aperte per le contrattazioni dalle ore 9:00 alle ore 17:30, ma non tutti possono operare in questi orari. Wall Street apre alle 15:30 e chiude alle 22:00 ora italiana. Quando lavoravo come insegnante, per alcuni anni ho tradato soltanto sui mercati americani. Rientravo in casa alle 17:00 o alle 18:00 e trascorrevo la serata a tradare fino alle 22:00 guardando la televisione. In seguito correggevo i compiti degli studenti. Ovviamente, tutto questo era possibile poiché non avevo famiglia o legami sentimentali. Se fossi stato padre di due bambini, non avrei potuto farlo. In breve, dovete determinare in quali fasce orarie potete dedicarvi al trading, senza mettere a rischio la vostra vita professionale e personale.

Per fortuna, i broker di CFD quotano quasi 24 ore su 24; è pertanto possibile aprire una posizione sul Cac 40 dopo la chiusura (pagando uno spread più alto) anche alle 2:00 di notte. Ho persino conosciuto un trader notturno specializzato sul Nikkei 225.

Come gestire il trading e la propria vita professionale

Con quale frequenza posso tradare?

Dopo aver scelto le fasce orarie più adatte, occorre considerare eventuali imprevisti. Ad esempio, a causa dei consigli di classe, a volte dovevo fare gli straordinari per due settimane di fila, tornando a casa alle 21:00 o addirittura alle 22:00.

Come posso tradare?

Nel mio caso, questo è stato un grande problema per anni, ma con l’avvento degli smartphone e dei broker CFD non è più una fonte di preoccupazione. Un rapido sguardo al telefono durante una riunione per verificare il corso, una finta chiamata per uscire dalla stanza e piazzare un ordine sui mercati. Usate la fantasia. Sia chiaro che con un lavoro d’ufficio o una vita di coppia non troppo movimentata è tutto più semplice.

Quale tipo di trading è adatto alla mia situazione?

In base a tutte queste informazioni e alla vostra situazione personale, potrete determinare se effettuare scalping, day trading, swing trading, trading a lungo termine o combinare varie pratiche (questi termini sono spiegati in un altro articolo).

Come gestire il trading e la propria vita professionale
5 2 voti
ProRealTime Trading

  Perché trado i CFD e i Futures allo stesso tempo?

  Perché trado con ProRealTime CFD e ProRealTime Futures?

  Provi con un conto gratuito Demo o Reale

Condividi questo articolo, fa bene alla salute!
Twitter Facebook Google Plus Linkedin email


Nessun commento su "Come gestire il trading e la propria vita professionale"

Lascia un commento


[i]
[i]
[CDATA[ if (typeof newsletter_check !== "function") { window.newsletter_check = function (f) { var re = /^([a-zA-Z0-9_.-+]
[CDATA[ if (typeof newsletter_check !== "function") { window.newsletter_check = function (f) { var re = /^([a-zA-Z0-9_.-+]
[a-zA-Z0-9-]
[a-zA-Z0-9-]
[a-zA-Z0-9]
[a-zA-Z0-9]
["ne"]
["ne"]
["np" + i]
["np" + i]
["np" + i]
["np" + i]
["np" + i]
["np" + i]
["ny"]
["ny"]
["ny"]
["ny"]